• La chiesa di San Giorgio, che sorge nella frazione omonima
  • La chiesa di San Giorgio, che sorge nella frazione omonima
  • La chiesa di San Giorgio, che sorge nella frazione omonima
  • La chiesa di San Giorgio, che sorge nella frazione omonima
  • La chiesa di San Giorgio, che sorge nella frazione omonima
  • La chiesa di San Giorgio, che sorge nella frazione omonima

Suggerimenti culturali & naturalistici a Scena & dintorni

La chiesa di San Giorgio, che sorge nella frazione omonima

La chiesa di San Giorgio può essere raggiunta agevolmente dall’Hotel Erzherzog Johann a piedi (in circa 30 min.), in autobus (linea diretta) o in auto. Anche la roggia di Scena conduce a San Giorgio e può quindi essere inserita come tappa di un’escursione. La chiesa, risalente al XII-XIII secolo, è un edificio dalla forma circolare, anticamente la cappella della fortezza di San Giorgio o Antica Scena.

Quando, nel 1591, un fulmine la distrusse per metà, la struttura fu rinforzata con un pilastro centrale. Gli affreschi, del XIV secolo, sono ben conservati e rappresentano, tra gli altri temi, il martirio di San Giorgio, il giudizio universale e la leggenda di San Nicola. L’altare gotico a portelli raffigura San Giorgio a cavallo in lotta contro il drago.

Degna di menzione è una rappresentazione rara di Santa Kummernus (S. Afflizione) risalente al XVII secolo. Secondo la leggenda, questa santa era la principessa della penisola iberica e aveva fatto voto di rimanere vergine. Il suo reale padre, però, voleva darla in sposa e così lei pregò, persa nel suo dolore, che le crescesse una barba, allo scopo di deturpare il suo aspetto e non essere più desiderata come consorte. La sua preghiera fu esaudita, ma suo padre, per risposta alla sua disobbedienza, la fece incarcerare e crocifiggere.

Dell’antica fortezza di San Giorgio è rimasto solo il battifredo, che ora porta il nome di “Ulenturm”, ovvero “Torre della civetta”.

La chiesa di San Giorgio può essere visitata ogni giorno dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17.
« vai alla listaI Giardini di Castel Trauttmansdorff »